News
Novembre 2015

China Fine Wine Challenge, edizione 2015

Per la nona volta consecutiva, si è svolto a Pechino, il 28 Novembre scorso, il consueto appuntamento con il China Fine Wine Challenge (“Concorso vini cinesi di alta qualità”). L’evento è stato organizzato da Winechina e sponsorizzato dalla Colombin, rappresentata dal Direttore Paolo Ballarin e dal dott. Yuska Villani.
La competizione ha visto un record di presenze con 170 vini provenienti dai produttori delle più importanti zone vitivinicole cinesi degustati da ben 28 giurati scelti in qualità di enologi, sommelier, produttori e commercianti di vino con ragguardevole esperienza nel settore.
Il Segretario del Concorso Sun Zhijun e il Presidente della commissione esaminatrice Ma Peixuan hanno sottolineato come l’evento si collochi tra i più rilevanti di questo tipo nel panorama della valutazione e promozione qualitativa dei vini cinesi.
Al termine, il Comitato di esperti ha proclamato il vincitore del Primo Premio per eccellenza qualitativa, il Yi Pu Rosso Secco 2012 - Yinchuan Cheng Cheng Chateau Co., Ltd. e i 19 vini a cui è stata assegnata la Medaglia d’Oro per alta qualità.
A seguire, si è svolto il Secondo Congresso degli Enologi Cinesi a cui hanno preso parte il Vicepresidente di Assoenologi, dott. Emilio Renato Defilippi, il Primo Segretario dell’Ambasciata Italiana in Cina, dott. Giuseppe Maria Perricone, il Vice Direttore dell’ICE di Pechino, dott. Giorgio Calveri, oltre ai rappresentanti del Gruppo Colombin e ai Manager di aziende cinesi legate al mondo del vino e provenienti da diverse regioni del Paese.
Il Vicepresidente Defilippi ha presentato l’Associazione degli Enologi Italiani sottolineando come essa rappresenti sia i viticoltori sia il personale tecnico che si occupa della produzione del vino vera e propria e come protegga gli interessi di tutti gli enologi italiani, rappresentandoli nelle comunicazioni con il governo.
Il discorso in rappresentanza degli enologi cinesi è stato invece tenuto da Xue Fei, giovane enologo della Cantina Bolongbao, il quale ha sottolineato la necessità di un impegno da parte di ogni area vinicola e dell’intero apparato di produzione per rafforzare gli standard qualitativi cinesi.

Sono seguiti gli interventi della professoressa Ma Huiqin della China Agricultural University e del dott. Marco Vendrame, responsabile del Dipartimento Ricerca e Sviluppo della Colombin, in merito all’insegnamento connesso all’enologia. Entrambi hanno sottolineato che gli scambi commerciali tra Italia e Cina nel settore vinicolo devono prendere avvio dall’insegnamento dell’enologia con un training specialistico per tutti gli operatori di settore.

La giornata si è conclusa con la degustazione informale di 5 vini italiani piemontesi presentati dal dott. Jerome Tafani delle Cantine Sartirano.